Ricerca personalizzata

lunedì 21 luglio 2008

Palazzi deferisce i vertici Figc di Piemonte e Valle d'Aosta

Il Procuratore federale accusa di irregolarità Marco Conchatre e Giovanni Inversi riguardo alla tenuta delle scritture contabili

Stefano Palazzi indaga anche all'interno della Figc sui conti di alcune federazioni locali. Il Procuratore ha deferito alla Commissione disciplinare Marco Conchatre, presidente del Comitato provinciale della Figc in Valle d'Aosta, e Giovanni Inversi, presidente del Comitato regionale Figc di Piemonte e Valle d'Aosta. In un comunicato sul sito della Federazione (www.figc.it) si sottolinea che per Choncatre l'accusa è di violazione dei principi di lealtà e correttezza (articolo 1 codice giustizia sportiva), riguardo la tenuta di scritture contabili. Questo perché secondo la Procura federale avrebbe «ricevuto contributi da parte della regione Valle d’Aosta negli anni 2003, 2005, 2006 e 2007 e avendone disposto personalmente, senza iscriverli nella contabilità e nei bilanci consuntivi della struttura alla quale era preposto». Inoltre, il presidente del Comitato regionale Figc di Piemonte e Valle d'Aosta dovrà rispondere anche di «aver fatto omaggi a favore di soggetto tesserato preposto alla sua vigilanza». Nel comunicato non è stato messo il nome del tesserato.
Anche Inversi dovrà rispondere dell'ipotesi di violazione dell'articolo 1 del Codice di giustizia sportiva, «nella sua qualità di presidente del Comitato regionale Figc Piemonte e Valle d’Aosta - si legge nel comunicato - e di temporaneo reggente della delegazione della Valle d’Aosta» sempre «in materia di tenuta delle scritture contabili». Al riguardo, il comunicato specifica quattro episodi oggetto del deferimento. Il primo sottolinea che Inversi avrebbe «sollecitato, ricevuto e, comunque, accettato omaggi, sotto forma di denaro ed altre utilità, da parte di tesserato sottoposto alla sua vigilanza». Inoltre, il dirigente federale avrebbe «omesso gli opportuni controlli sull’operato di struttura federale dipendente da quella alla quale era preposto». Altro evento, riguarda il «non aver correttamente informato i componenti del Comitato regionale al quale era preposto sull’effettivo esito di una verifica amministrativa espletata in Valle d’Aosta». Infine, il comunicato federale riporta che Inversi non avrebbe «tempestivamente disdettato il contratto di servizio del portale Web del Comitato e per averne di fatto personalmente condotto la gestione».
Marco Liguori

Nessun commento:

il pallone in confusione

Registrazione n° 61 del 28 settembre 2009 presso il Tribunale di Napoli
Sede: corso Meridionale 11, 80143 Napoli
Editore e direttore responsabile: Marco Liguori
email marco_liguori@katamail.com

Si prega di non intasare le caselle di posta elettronica con spam pubblicitario e di altro tipo (come appelli politici). Questo sito tratta solo di calcio, finanza del calcio e di argomenti affini. Ogni abuso sarà punito.

Le foto presenti su "il pallone in confusione" sono state in gran parte prese da siti Internet: dovrebbero essere di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, possono segnalarlo a uno dei due indirizzi email sopra indicati