Ricerca personalizzata

giovedì 25 settembre 2008

De Laurentiis: la responsabilità oggettiva va eliminata

«E' un principio che esiste dal 1933 e che ha fatto il suo tempo» ha dichiarato il presidente del Napoli

Finalmente Aurelio De Laurentiis si pronuncia contro la responsabilità. Stamattina, prima di entrare all'assemblea della Lega Calcio a Milano, ha definito come obsoleto questo principio della giustizia sportiva: esso prescinde dalle reali responsabilità delle società. E' chiaro il riferimento del presidente del Napoli per la sanzione della chiusura delle curve dello stadio San Paolo decisa dopo gli incidenti avvenuti in occasione di Roma-Napoli. «Non ci si può nascondere dietro il dito della responsabilità oggettiva, un principio che esiste dal 1933 e che ha fatto il suo tempo», ha dichiarato De Laurentiis al suo arrivo negli uffici della Lega in via Rosellini. 
De Laurentiis ha spiegato che «a scuola una volta c'era quell'antipatica situazione in cui una persona scriveva i nomi dei buoni e dei cattivi sulla lavagna. Coloro che adesso stanno facendo la stessa cosa nel calcio devono smetterla, essere piu' moderni e lasciare lavorare in pace le societa». «Sono successe delle cose, ma non con i tifosi bensì con persone che non hanno nulla a che fare con il tifo», ha proseguito De Laurentiis riferendosi agli incidenti della stazione Termini.
Il numero uno azzurro non ha lasciato cadere l'ipotesi di agitatori infiltrati con le sciarpe del Napoli: «Io posso andare sul luogo di un delitto e lasciare elementi di identificabilità per fuorviare. Ora basta sediamoci attorno a un tavolo e ognuno si prenda le proprie responsabilità: facciamo in modo che gli incidenti non accadano, e se accadono non gestiamoli con regole vecchie di oltre sessant'anni».

Nessun commento:

il pallone in confusione

Registrazione n° 61 del 28 settembre 2009 presso il Tribunale di Napoli
Sede: corso Meridionale 11, 80143 Napoli
Editore e direttore responsabile: Marco Liguori
email marco_liguori@katamail.com

Si prega di non intasare le caselle di posta elettronica con spam pubblicitario e di altro tipo (come appelli politici). Questo sito tratta solo di calcio, finanza del calcio e di argomenti affini. Ogni abuso sarà punito.

Le foto presenti su "il pallone in confusione" sono state in gran parte prese da siti Internet: dovrebbero essere di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, possono segnalarlo a uno dei due indirizzi email sopra indicati