Ricerca personalizzata

mercoledì 3 settembre 2008

De Laurentiis: «non mi farò intimidire da un gruppo di facinorosi»

«Io ho comprato il Napoli per amore e non mi farò intimidire da un gruppo di facinorosi». Parole dense di affetto e rabbia del presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, riportate sul sito ufficiale della società (www.sscnapoli.it). Il numero uno azzurro ha proseguito affermando che «la mia società ha applicato alla lettera le norme sul biglietto nominativo e si è avvalsa dell'operato delle Forze dell'Ordine rispettando tutte le procedure previste dalla legge». Ha poi aggiunto:«Napoli è una città piena di galantuomini che non ha alcuna attinenza con un numero limitato di facinorosi. Non può essere penalizzata un'intera città e tutta la tifoseria sana». «E spiega il perché della sua scelta di aver rilevato la società azzurra dopo il fallimento. «Ho voluto il Napoli per amore. Quando decisi di comprarlo rinunciai a produrre un film ad Hollywood da cento milioni di dollari. Scelsi di essere il presidente azzurro durante una mia vacanza di 10 giorni a Capri». De Laurentiis ha concluso spiegando che «il mio progetto è quello di avviare una attivita' sportiva sana ed entusiasmante che possa conciliare lo sport con lo spettacolo e la passione ed il calore di questa splendida città. E non sarà certo un gruppo di facinorosi a poter allentare l'amore che mi ha completamente pervaso per il Napoli».
Marco Liguori
(Riproduzione riservata, consentita soltanto dietro citazione della fonte)

Nessun commento:

il pallone in confusione

Registrazione n° 61 del 28 settembre 2009 presso il Tribunale di Napoli
Sede: corso Meridionale 11, 80143 Napoli
Editore e direttore responsabile: Marco Liguori
email marco_liguori@katamail.com

Si prega di non intasare le caselle di posta elettronica con spam pubblicitario e di altro tipo (come appelli politici). Questo sito tratta solo di calcio, finanza del calcio e di argomenti affini. Ogni abuso sarà punito.

Le foto presenti su "il pallone in confusione" sono state in gran parte prese da siti Internet: dovrebbero essere di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, possono segnalarlo a uno dei due indirizzi email sopra indicati