Ricerca personalizzata

martedì 7 ottobre 2008

Le smentita della Roma e di Unicredit all'articolo di Repubblica su proroga debito e nuovi soci

As Roma: nessuna richiesta proroga a Unicredit nè nuovi soci
Compagnia Italpetroli non ha richiesto alcuna proroga dei termini di rimborso del debito concordato con Unicredit e non ha allo studio operazioni sul capitale finalizzate all'ingresso di nuovi soci. E' quanto precisa una nota congiunta della Compagnia Italpetroli e della As Roma, replicando cosi' alle notizie diffuse da organi di informazione.
Compagnia Italpetroli, si legge nel comunicato, ''non ha chiesto alcuna proroga dei termini del rimborso del debito concordati con Unicredit Banca di Roma con l'accordo sottoscritto nel luglio scorso, ne' alcuna pressione, finalizzata ad un'accelerazione del rimborso stesso, e' stata fatta dall'istituto di credito con il quale vige un clima di serena collaborazione''. In merito, peraltro, prosegue la nota Italpetroli e AS Roma precisano che quest'ultima societa' non e' parte dell'accordo con Unicredit Banca di Roma e non ha verso tale istituto di credito alcun obbligo di rimborso. ''Allo stesso modo si precisa che nessun pressing e' stato esercitato da Unicredit Banca di Roma per la cessione della partecipazione in AS Roma''. Quanto gli assetti proprietari di AS Roma, inoltre, ''Compagnia Italpetroli precisa che non sono allo studio operazioni sul capitale finalizzate all'ingresso di nuovi soci e di non essere a conoscenza di incarichi di terzi a studi legali volti a mettere a punto progetti di acquisto di partecipazioni al capitale di AS Roma. Parimenti prive di fondamento - afferma la nota - sono le notizie che riferiscono di contatti intervenuti con il Dottor Adriano Galliani e con il Cavaliere del Lavoro Dottor Silvio Berlusconi perche' esercitino pressione sul Dottor Alessandro Profumo, o facciano alcunche' in merito alla ricerca di possibili partner di Compagnia Italpetroli e/o di AS Roma''. (Ansa)

AS ROMA: UNICREDIT, NESSUN PRESSING SU FAMIGLIA SENSI
''Non c'e' nessun pressing da parte di UniCredit sui Sensi e nessun irrigidimento di rapporti con la famiglia''. Cosi' UniCredit Banca di Roma ha commentato le notizie diffuse da alcuni organi d'informazione. ''Il piano di rientro del debito - prosegue la nota - rimane saldamente nelle mani della famiglia Sensi con la quale i rapporti restano ottimi''.
(Ansa)

Nessun commento:

il pallone in confusione

Registrazione n° 61 del 28 settembre 2009 presso il Tribunale di Napoli
Sede: corso Meridionale 11, 80143 Napoli
Editore e direttore responsabile: Marco Liguori
email marco_liguori@katamail.com

Si prega di non intasare le caselle di posta elettronica con spam pubblicitario e di altro tipo (come appelli politici). Questo sito tratta solo di calcio, finanza del calcio e di argomenti affini. Ogni abuso sarà punito.

Le foto presenti su "il pallone in confusione" sono state in gran parte prese da siti Internet: dovrebbero essere di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, possono segnalarlo a uno dei due indirizzi email sopra indicati