Ricerca personalizzata

giovedì 16 ottobre 2008

Tv svizzera: le partite del campionato italiano rischiano oscuramento

La Televisione svizzera italiana (Rtsi) rischia l'oscuramento per la trasmissione in chiaro delle partite del campionato di calcio italiano di serie A. Secondo quanto riferisce oggi il quotidiano ''La RegioneTicino'', un ''potente network italiano'' non avrebbe gradito l'iniziativa di Comano di diffondere in chiaro i match, tanto da essere intervenuto e quindi le partite potrebbero essere oscurate già a partire da Roma-Inter in programma domenica prossima. Il responsabile del Dipartimento dello sport della Rtsi, Andreas Wyden, ha spiegato al giornale ticinese che "il contratto firmato è in piena regola e si basa su norme e con venzioni internazionali. Quando si sigla un accordo di diffusione per la Svizzera - fa notare Wyden - non significa che il segnale finisca dentro i confini nazionali. In fatti puo' andare oltre, grazie ad un diritto sancito dalle nor me europee". ''Insomma -si legge sul quotidiano- appena si è saputo che la televisione svizzera iniziava a trasmettere le partite di calcio, qualcuno ha cominciato a non gradire l'iniziativa, e le proteste non sono mancate, proteste che sarebbero arrivate all'indomani della partita Milan-Inter quando, stando al racconto di Andreas Wyden, sarebbero "iniziate le pressioni sulla società che gesti sce i diritti del calcio italiano in Europa e dalla quale li abbiamo comperati".

La preoccupazione è palese, dato che ci potrebbe essere concretamente la possibilità che il segnale per trasmettere le partite venga effettivamente oscurato, "e tutto cio' in barba ad un regolare contratto", aggiunge Wyden alla ''Regione Ticino''. Già da oggi Wyden proverà a risolvere la delicata vertenza e riuscire a trovare entro domenica "una soluzione soddisfacente". Il 1 ottobre scorso, sul ''Corriere del Ticino'', venne pubblicato un servizio in merito alla compravendita, da parte della RTSI, dei diritti per trasmettere le partite del campionato di calcio italiano. Secondo quanto riportato dal ''Corriere del Ticino'', sarebbe stata una società luganese, la Heikon SA, a vendere all'emittente pubblica ticinese i diritti per una cifra inferiore al milione di euro. Danilo Mansi, direttore della SA, aveva rivelato al quotidiano di essersi assicurato i diritti nel giugno scorso e di averli poi concessi a Comano "dopo una trattativa in cui le parti si sono trovate in buona sintonia". "Siamo attivi a livello internazionale - aveva spiegato Mansi- ma avevamo bisogno di un segnale forte per farci conoscere ulteriormente; inoltre volevamo concedere i diritti alla SRG-SSR Idèe Suisse per evitare che il prodotto venisse strumentalizzato e che finisse per essere trasmesso dappartutto tranne che sulle reti pubbliche; sono convinto che la Tsi saprà valorizzarlo".

In particolare, la Rtsi aveva annunciato il 19 settembre scorso di aver acquisito i diritti in chiaro di una partita per ognuno dei restanti 34 turni della Serie A di calcio italiana. Il primo appuntamento era fissato per domenica 28 settembre su TSI2 con il derby della Madonnina tra Milan e Inter e si era continueto la domenica successiva con la partita Cagliari-Milan. "Ci siamo mossi come si fa sempre in questi casi, non è stata una trattativa particolarmente complicata e la cifra, che non divulghiamo anche per rispetto degli accordi con la controparte, è risultata essere una cifra giusta", aveva spiegato Andreas Wyden. Alla domanda se con l'accordo la televisione svizzera-italiana intendesse cercare pubblico nella fascia di confine, il responsabile del Dipartimento dello Sport della Rtsi aveva replicato: "No, più che altro pensiamo alla Svizzera tedesca e francese dove vive una numerosa colonia di italiani e ticinesi che sono appassionati di calcio ed in particolare della Serie A". I diritti acquisiti riguardano le partite casalinghe di 12 squadre: Inter, Milan, Juventus, Roma, Lazio, Bologna, Fiorentina, Torino, Genoa, Cagliari, Catania, Lecce. Nel dettaglio sono stati acquisiti i diritti per 27 posticipi domenicali (inizio trasmissione 20.20, inizio partita alle 20.30), un posticipo di sabato (11 aprile 2009), due turni di mercoledì (29 ottobre e 28 gennaio) e una partita a scelta per ognuno degli ultimi quattro turni. Nel caso in cui il posticipo non venisse giocato in casa da una delle squadre che hanno ceduto i diritti, la TSI potrà scegliere una delle altre partite del turno. Le partite saranno accompagnate da una trasmissione in studio con ospiti, approfondimenti e commenti tecnici.Con questa operazione la TSI è l'unica televisione europea a diffondere in chiaro le partite del campionato italiano. (Adnkronos)

Nessun commento:

il pallone in confusione

Registrazione n° 61 del 28 settembre 2009 presso il Tribunale di Napoli
Sede: corso Meridionale 11, 80143 Napoli
Editore e direttore responsabile: Marco Liguori
email marco_liguori@katamail.com

Si prega di non intasare le caselle di posta elettronica con spam pubblicitario e di altro tipo (come appelli politici). Questo sito tratta solo di calcio, finanza del calcio e di argomenti affini. Ogni abuso sarà punito.

Le foto presenti su "il pallone in confusione" sono state in gran parte prese da siti Internet: dovrebbero essere di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, possono segnalarlo a uno dei due indirizzi email sopra indicati