Ricerca personalizzata

lunedì 3 novembre 2008

Calcio in cifre: Torino, superiorità territoriale sul Doria non concretizzata

La formazione di De Biasi non è riuscita a finalizzare la sua presenza nell'area avversaria. I granata poco pericolosi con il 30,9%: i blucerchiati lo sono stati molto di più (43,1%)

Al di là del gol annullato, al Torino resta un rimpianto nella gara di ieri contro la Sampdoria. I granata non sono riusciti a concretizzare la marcata superiorità territoriale (ossia il tempo totale di possesso palla di una squadra nella metà campo avversaria): secondo le statistiche Panini Digital-Lega Calcio, essa è ammontata a 10 minuti e 29 secondi, contro un minuto in meno dei blucerchiati. Segno della finalizzazione poco marcata della formazione di De Biasi è la pericolosità nel corso dei 90 minuti: l'indice si è attestato sul 30,9%, decisamente inferiore rispetto al 43,1% del Doria. La squadra di Mazzarri ha tentato il tiro 15 volte, centrando 5 volte lo specchio della porta.: 11 sono stati lanciati dal trio Bellucci (5) Cassano (4) e Dessena (2). I torinisti hanno scagliato 9 tiri, di cui solo quattro sono terminati dalle parti del portiere avversario Castellazzi. Soltanto 3 saette sono state tirate da Amoruso.
Marco Liguori
(Riproduzione riservata, consentita soltanto dietro citazione della fonte)
Clicca qui per leggere le statistiche Panini Digital-Lega Calcio su Sampdoria-Torino 1-0

Nessun commento:

il pallone in confusione

Registrazione n° 61 del 28 settembre 2009 presso il Tribunale di Napoli
Sede: corso Meridionale 11, 80143 Napoli
Editore e direttore responsabile: Marco Liguori
email marco_liguori@katamail.com

Si prega di non intasare le caselle di posta elettronica con spam pubblicitario e di altro tipo (come appelli politici). Questo sito tratta solo di calcio, finanza del calcio e di argomenti affini. Ogni abuso sarà punito.

Le foto presenti su "il pallone in confusione" sono state in gran parte prese da siti Internet: dovrebbero essere di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, possono segnalarlo a uno dei due indirizzi email sopra indicati