Ricerca personalizzata

lunedì 15 settembre 2008

Galliani a Telelombardia:«Mai pensato di sostituire Ancelotti»

«Nè la proprietà nè tantomeno il sottoscritto hanno mai pensato di sostituire l'allenatore». Adriano Galliani, vicepresidente vicario e amministratore delegato del Milan, in un'intervista a Telelombardia e Antenna3 dopo l'incontro odierno con Carlo Ancelotti, ha voluto seccamente smentire le voci riguardanti l'eventuale esonero del tecnico.
«L'incontro è andato bene - ha proseguito Galliani - non era solo con il nostro allenatore, ma anche con il preparatore atletico Tognaccini e con Jean Pierre Meersseman. Abbiamo parlato di tutto, abbiamo affrontato tutti i problemi per piu' di due ore e la vita continua». Il giornalista di Telelombardia ha domandato se il problema del Milan sia più fisico o psicologico. «Non lo so ha risposto Galliani - non credo sia psicologico. Domani faremo tutta una serie di test, di analisi e continuiamo». Saranno decisive le prossime quattro partite? ''Non c'e' nulla di decisivo, ho sentito adesso altre televisioni che dicevano cose incredibili e false, quindi non esiste. Ne' la proprieta' ne' tanto meno il sottoscritto hanno mai pensato di sostituire l'allenatore''. Bisognerà vedere cosa accadrà nel ciclo di risultati fino al derby con l'Inter.
Marco Liguori
(Riproduzione riservata, possibile soltanto dietro citazione della fonte)

Nessun commento:

il pallone in confusione

Registrazione n° 61 del 28 settembre 2009 presso il Tribunale di Napoli
Sede: corso Meridionale 11, 80143 Napoli
Editore e direttore responsabile: Marco Liguori
email marco_liguori@katamail.com

Si prega di non intasare le caselle di posta elettronica con spam pubblicitario e di altro tipo (come appelli politici). Questo sito tratta solo di calcio, finanza del calcio e di argomenti affini. Ogni abuso sarà punito.

Le foto presenti su "il pallone in confusione" sono state in gran parte prese da siti Internet: dovrebbero essere di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, possono segnalarlo a uno dei due indirizzi email sopra indicati