Ricerca personalizzata

martedì 25 novembre 2008

Il marchio, vero tesoro d’o Lione

L'Olympique Lyonnais, quotato alla borsa di Parigi, ha ottenuto il 24,7% dei ricavi operativi dallo sfruttamento del proprio simbolo. Oltre al progetto del nuovo stadio, spicca nella radiografia del bilancio l’investimento per oltre 144 milioni di euro in Sicav, fondi comuni monetari o titoli a capitale garantito a tasso fisso

La lettura del Rapport Financier Annuel 2007/08 dell'Olympique Lyonnais ci permette di avere una migliore conoscenza di un'importante realtà sportiva francese molto ambiziosa. Essa sta cercando di avvicinarsi sempre più ai più grandi club europei, oltre che con il potenziamento della rosa dei calciatori, anche attraverso la costruzione di un nuovo stadio. Ma sembrerebbe che tale club sia anche esso fonte di ispirazione per altri club, leggasi l'accordo con la società Sportfive, che forse ha anche "ispirato" la Juventus.
Olympique Lyonnais Groupe (OL Groupe) è stato costituito in forma di gruppo nel 1999 ed è organizzato intorno al Olympique Lyonnais squadra di calcio fondata nel 1950 e diretta da Jean-Michel Aulas dal 1987. Il Gruppo, quotato alla Borsa di Parigi, è composto da più di dieci società operanti in diversi settori funzionali all'attività calcistica. Una novità rispetto alle nostre più importanti società calcistiche è la presenza sia della squadra maschile che di quella femminile. Come affermato dal Presidente Jean-Michel Aulas, il Gruppo riesce a coniugare eccezionali risultati sportivi con notevoli risultati finanziari. Le buone condizioni di "salute" di OL Groupe sono confermate dal fatto che il Consiglio di Amministrazione proporrà alla Assemblea Generale, che si terrà il 28 novembre 2008, la distribuzione di un dividendo di 0,14 euro per azione per l'anno 2007/2008, per un importo complessivo di 1,8 milioni di . Per la prima volta in Francia nella stessa stagione l’OL ha conseguito l'accoppiata ("le doublé") scudetto-coppa nazionale sia da parte della squadra maschile che da parte della squadra femminile. La squadra maschile risultava vincitrice della "Ligue 1" per la settima volta consecutiva, mentre quella femminile per la seconda volta consecutiva. La squadra maschile per la sesta volta consecutiva ha vinto il "Trophée des Champions" (la Supercoppa di Francia) ed ha raggiunto l'ottavo posto nel ranking UEFA, per la nona volta consecutiva parteciperà alla UEFA Champion's League.
L'obiettivo a lungo termine è la realizzazione del progetto immobiliare "OL Land" con obiettivo di consegna previsto per il maggio 2013. Mentre nel luglio 2008, dopo la chiusura dell'esercizio, è stato realizzato il nuovo centro sportivo di allenamento. Le principali fonti di entrate ruotano attorno a cinque settori di attività: biglietti da gare, diritti tv, sponsorizzazioni e pubblicità, merchandising, compravendita di giocatori.
RICAVI DA BIGLIETTI PER MANIFESTAZIONI SPORTIVE
La vendita dei biglietti per le partite, nel 2007/2008, ha raggiunto la cifra di 21,8 milioni di , che rappresenta il livello più alto nella storia del gruppo e il miglior risultato di tutti i club francesi. Tali ricavi rappresentano il 14% dei ricavi operativi con esclusione delle cessioni dei contratti dei calciatori.

DIRITTI TV
I ricavi da diritti televisivi sono costituiti dagli importi percepiti a titolo di ridistribuzione dei diritti audiovisivi a livello nazionale: dalla Lfp (Ligue Football Professionnel) per la Ligue 1 e la coppa di Lega; dalla Fff (Féderation Football Française) per la Coppa di Francia; dalla Uefa per la Champion's League. Il 7 febbraio 2008, la Lfp ha assegnato ai due maggiori operatori audiovisivi francesi (Canal + e Orange), i diritti televisivi con un contratto della durata di 4 anni (2008/2012). Il contratto, per un valore totale di 668 milioni è leggermente superiore a quello del 2005/2008.
Durante l'esercizio, i diritti televisivi percepiti dall' OL Groupe sono aumentati e hanno toccato i 75 milioni, di cui 27,5 da competizioni internazionali. Tali ricavi rappresentano il 48,2% dei ricavi operativi con esclusione delle cessioni dei contratti dei calciatori.

SPONSOR E PUBBLICITA'
I ricavi da sponsorizzazioni, pubblicità e partnership provengono dalla vendita di spazi pubblicitari, sponsorizzazioni e servizi di "ospitalità". Più di 500 società sono partner del Gruppo, tra cui: Accor Group, sponsor principale del club dal 2006, Umbro fornitore ufficiale esclusiva fino al 2013, Renault Trucks, Apicil, Orange, ISS. Nel 2007/2008, i proventi netti da questa attività hanno raggiunto la cifra di 20,4 milioni, con un aumento del 12,9%, di questi 2,3 milioni di sotto l'effetto combinato di un aumento dei contratti di sponsorizzazione tra cui: Umbro e Accor. Tali ricavi rappresentano il 13,1% dei ricavi operativi con esclusione delle cessioni dei contratti dei calciatori.

RICAVI DA SFRUTTAMENTO ECONOMICO DEL MARCHIO
I ricavi "da marchio", comprendono tra gli altri, la commercializzazione dei prodotti come magliette e gadgets vari, la produzione e la distribuzione di immagini, le licenze di esercizio, i viaggi, signing fees e altro. Tali ricavi si sono sviluppati positivamente (+ 7,5 M ) a 38,5 milioni, con un aumento del 24,1%. Tali ricavi rappresentano il 24,7% dei ricavi operativi con esclusione delle cessioni dei contratti dei calciatori.
La commercializzazione di prodotti sportivi esimili con i colori dell'Olympique Lyonnais ha prodotto 12,7 milioni di euro di ricavi. Nel settembre 2007, OL Group ha firmato per un periodo di 10 anni a partire dalla consegna del nuovo stadio, un contratto con Sportfive riguardante la concessione in esclusiva dei diritti di marketing, diritti di "ospitalità", la pubblicità all'interno dello stadio, i diritti media dello stesso e il nome dello stesso ("naming right"). A fronte di tale impegno contrattuale Sportive verserà a titolo di diritti ("Droit d'entrée" o "signing fee") la cifra di 28 milioni di euro, da ripartire in quattro rate annuali di 7 milioni, a partire da dicembre 2007 fino a dicembre 2010. Da notare che Sportfive è la stessa società che ha siglato l'accordo con la Juventus di Jean-Claude Blanc. Nel mese di giugno del 2008, si è concluso un contratto di ristorazione con Sodexo. Sodexo ha pagato 3,5 milioni di euro. I ricavi prodotti da "OL Images" sono pari a 4,6 milioni nel 2007/2008.Altri ricavi ammontano a 10,34 milioni di euro.

VENDITA CALCIATORI
Le entrate per cessioni dei contratti dei calciatori ammontano a 55,9 milioni e comprendono i trasferimenti di calciatori come Florent Malouda (Chelsea), Jeremy Berthod (Monaco), Remy Riou (Auxerre), Gregory Bettiol (Troyes), Alou Diarra (Bordeaux), Sylvain Wiltord (Rennes), Damien Plessis (Liverpool), Nadir Belhadj (Lens), Loïc Remy (Nizza), Hatem Ben Arfa (Marsiglia). Il valore della cessione di Florent Malouda è annotata per 17.798 migliaia di euro, quella di Hatem Ben Arfa è annotata per 11.427 migliaia di euro. Il valore delle cessioni nel 2006/2007 ammontava a 73.524 migliaia di euro tra cui spicca la cessione di Tiago alla Juventus ceduto per l'importo di 12.580 migliaia di euro.

SITUAZIONE PATRIMONIALE
L'attivo dello Stato patrimoniale al 30/06/2008 presenta Attività non correnti per 132.331 migliaia di euro (nel 2007 erano 82.380) e Attività correnti per 216.254 migliaia di euro (nel 2007 erano 206.098), per un totale di 348.585 migliaia di euro (nel 2007 era 288.478). Il sensibile incremento registratosi nell'attivo corrente è dovuto alla voce relativa ai contratti relativi ai diritti alle prestazioni sportive dei calciatori che ha raggiunto la cifra di 93.876 migliaia di euro a fronte di 53.198 migliaia di euro del 2007. Nell'esercizio 2007/2008, l'Olympique ha acquisito nove giocatori: Keita (Lille), Bodmer (Lille), Grosso (Inter), Cleber Anderson(Benfica Lisbona), Delgado (Cruz Azul Messico), Boumsong (JuventusTurin), Ederson (Nizza), Lloris (Nizza), Pjanic (Metz).
Le immobilizzazioni materiali ammontano a 17.825 migliaia di euro (il 5,11% del totale dell'attivo) e sono in aumento rispetto al 30/06/2007 a causa degli investimenti per il progetto del nuovo stadio e del centro sportivo. In particolare il valore lordo della voce "edifici e strutture" è passato da 12.535 migliaia di euro del 30.06.2007 a 20.813 migliaia di euro del 30/06/2008. Tra le attività correnti bisogna segnalare la notevole incidenza della voce relativa ai valori mobiliari d'investimento pari a 144.399 migliaia di euro. Gli investimenti vengono effettuati solo in Sicav e fondi comuni d'investimento monetari oppure titoli a capitale garantito a tasso fisso. Il patrimonio netto, ossia i mezzi propri, è positivo per 164.816 migliaia di euro (nel 2007 era 151.195 migliaia di euro) e copre il totale delle attività per il 47,28% (52,41% nel 2007).
Le passività non correnti ammontano a 73.744 migliaia di euro (26.091 migliaia di euro nel 2007), mentre le passività correnti ammontano a 110.025 migliaia di euro (111.192 migliaia di euro nel 2007). Il totale delle passività pari a 183.769 migliaia di euro diviso per le entrate da attività pari a 211.642 migliaia di euro determinano una percentuale dell'86,83% (64,12% nel 2007), se escludiamo i ricavi da cessione calciatori tale percentuale sale al 118% (nel 2007 era 97%).
Ciò che ha contribuito all'aumento delle passività non correnti sono due voci: Debiti finanziari pari a 47.524 migliaia di euro contro 16.629 migliaia di euro del 2007 e debiti verso società di calcio per l'acquisto di calciatori pari a 24.582 migliaia di euro contro 8.076 migliaia di euro del 2007.
Tra le voci del passivo corrente i maggiori importi sono determinati dalle seguenti voci: "Dettes sociales" ossia i debiti verso il personale e gli istituti di previdenza per 33.678 migliaia di euro (nel 2007 erano 25.953 migliaia di euro); debiti fiscali per 18.406 migliaia di euro (nel 2007 amontavano a 29.659 migliaia di euro); i debiti entro l'esercizio successivo relativi all'acquisto dei diritti pluriennali alle prestazioni dei calciatori ammontano a 32.050 migliaia di euro (nel 2007 erano 21.159 migliaia di euro).

CONTO ECONOMICO
Il conto economico consolidato evidenzia "entrate" per un importo complessivo di 211.642 migliaia di euro a fronte di 214.077 migliaia di euro dell'esercizio precedente. Escludendo le "entrate" derivanti dalle cessioni dei contratti dei calciatori, i ricavi operativi ammontano a 155.712 migliaia di euro (140.553 migliaia di euro nel 2007).
I costi del personale ammontano a 100.058 migliaia di euro in aumento rispetto al 2007 (93.469 migliaia di euro). L'aumento è stato di 6,6 milioni di . Essi includono il costo della liquidazione degli allenatori uscenti Alain Perrin e Christophe Galtier per un importo di 3,1 milioni di euro, ulteriori assunzioni in seguito al ferimento di diversi giocatori nella prima parte della stagione e proroghe del contratto ai giocatori. Nel "Rapport Financier" si evidenzia, come nota di merito, che il rapporto spese per il personale - proventi di attività è del 47,3% e resta di gran lunga inferiore a quello dei grandi club europei (spesso oltre il 50%). Se, invece, rapportiamo le spese del personale ai ricavi operativi con esclusione delle cessioni dei contratti dei calciatori, tale percentuale sale al 64,26%. La specifica dei costi del personale, in migliaia di euro, mostra la seguente composizione: Stipendi e salari 60.654 (57.485 nel 2007); oneri sociali 20.689 (17.858 nel 2007); premi e incentivi 277 (250 nel 2007); diritto all'immagine collettiva 18.321 (17.876); costi relativi al piano di stock optino 117.
E' interessante evidenziare come una legge speciale francese del 2004, in materia di remunerazione del diritto di immagine collettiva dei giocatori da parte di un club sportivo professionistico francese, ha consentito ai club calcistici di beneficiare di un'esenzione da oneri sociali su una parte della remunerazione pagata ai giocatori. Il risultato operativo corrente con esclusione della "gestione contratti calciatori" è positivo per 7.416 migliaia di euro.
Ho scritto "entrate" e non "ricavi delle attività" o "ricavi delle vendite e prestazioni di servizi", perché nell'importo evidenziato nel conto economico con la voce "Produits des activitès" pari a 211.642 migliaia di euro sono compresi 55.930 migliaia di euro relativi al valore di cessione dei contratti dei calciatori, che al netto del valore contabile residuo pari a 10.296 migliaia di euro determina il conseguimento di plusvalenze per 45.634 migliaia di euro. La gestione della compravendita dei contratti dei calciatori (Valore di cessione contratti – valore contabile residuo – ammortamenti) è evidenziata separatamente e produce un risultato positivo di 19.659 migliaia di euro (20.648 migliaia di euro nel 2007). Il reddito operativo corrente, inclusa la gestione contratti calciatori, è positivo per 27.075 migliaia di euro (28.036 migliaia di euro nel 2007). Il risultato della gestione finanziaria (proventi e oneri finanziari è positivo per 3.601 migliaia di euro (nel 2007 era 764 migliaia di euro). L'utile netto di esercizio al 30/06/2008 si assesta attorno ai 20 milioni di euro in aumento rispetto ai 18,6 milioni del 30/06/2007.

I PROGETTI IMMOBILIARI - "GRAND STADE - OL LAND"
Il 24 settembre 2007, è stata confermata la localizzazione del progetto "OL Land" comprensivo del "Grand Stade", a Décines (Agglomeration Lyonnaise) sul sito di Montout su una superficie di 50 ettari. Anche se il 9 luglio 2008 durante l'iter burocratico è stato espresso un parere negativo in una commissione, si prevede comunque di realizzare il progetto avendo come orizzonte temporale il mese di maggio 2013, con l'obiettivo di far rientrare il "Grand Stade" tra gli stadi degli Europei del 2016, in considerazione della candidatura francese per tale manifestazione calcistica.
Il nuovo stadio fornirà una capacità di 60.000 posti (più di 6.000 posti Vip), inoltre dovrebbe ospitare eventi sportivi e concerti. Altri eventi quali seminari o convegni aziendali, saranno inoltre organizzati nelle strutture ricettive del sito. "OL Land" dovrebbe comprendere la sede sociale del Gruppo, un negozio "OL", il centro di allenamento, una sala dei trofei, un museo, un centro di divertimento, due alberghi, un parcheggio. Nel "Rapport Financier" è scritto che il progetto del nuovo stadio rispetta i parametri ambientali, è prevista la raccolta e la canalizzazione dell'acqua piovana e la copertura avrà pannelli fotovoltaici.
Nell'ambito di questo progetto, il Consiglio di Amministrazione ha istituito un comitato di investimento e ha deciso di istituire la società "Foncière du Montout", controllata al 100% da OL Groupe, che ha per oggetto l'acquisizione, la gestione e la rivendita di terreni oltre al funzionamento degli impianti sportivi. Inoltre, il comitato di investimento ha commissionato a Rothschild & Co uno studio sull'ottimizzazione del finanziamento relativo al progetto. Tra i "Rischi associati con il progetto per lo sviluppo del nuovo stadio e il suo finanziamento" si legge che il gruppo potrebbe trovarsi di fronte a difficoltà nell'ottenere il finanziamento necessario per la realizzazione dello stadio. Questo evento potrebbe provocare notevoli ritardi e costi aggiuntivi o, in situazioni estreme (come ad esempio l'impossibilità di ottenere il finanziamento necessario) potrebbe avere un effetto negativo sulla strategia, sull'attività, sulla situazione finanziaria e sui risultati del Gruppo. Questo rischio è stato evidenziato in quanto al momento della presentazione del progetto fu dichiarato che il costo totale del nuovo stadio si sarebbe aggirato attorno alla cifra di 250 milioni di euro e che il club poteva coprirne la metà, grazie anche all'operazione di collocamento in borsa il resto sarebbe stato coperto con la cessione dei diritti del nome e altri finanziamenti.
Luca Marotta
(Riproduzione riservata, consentita soltanto dietro citazione della fonte)
Nella foto (tratta da http://ol-land.olympiquelyonnais.com/presse/com-20070920/lyon-aerial.jpg) la veduta notturna del progetto del nuovo stadio dell'Olympique Lyonnais

Nessun commento:

il pallone in confusione

Registrazione n° 61 del 28 settembre 2009 presso il Tribunale di Napoli
Sede: corso Meridionale 11, 80143 Napoli
Editore e direttore responsabile: Marco Liguori
email marco_liguori@katamail.com

Si prega di non intasare le caselle di posta elettronica con spam pubblicitario e di altro tipo (come appelli politici). Questo sito tratta solo di calcio, finanza del calcio e di argomenti affini. Ogni abuso sarà punito.

Le foto presenti su "il pallone in confusione" sono state in gran parte prese da siti Internet: dovrebbero essere di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, possono segnalarlo a uno dei due indirizzi email sopra indicati