Ricerca personalizzata

domenica 2 novembre 2008

Milan-Napoli: il mistero del primo "giallo" per Maggio

Ancora oscuri i motivi dell'ammonizione del centrocampista azzurro: la soluzione dell'enigma è scritta nel referto dell'arbitro Rocchi. Le statistiche della gara sono state influenzate dall'espulsione che ha costretto la formazione di Eddy Reja a giocare in 10 uomini. E così i rossoneri hanno ottenuto un indice di pericolosità del 59,3 %, contro il 25,4% del Napoli

Permettete una parola? Alle 23.47 di stasera, dopo aver visto Milan-Napoli, visionato le agenzie di stampa e consultato i siti d'informazione sul Napoli e sul calcio, bisogna ancora capire la motivazione del primo cartellino giallo per Cristian Maggio, poi espulso con una seconda ammonizione per un fallo alle spalle di Jankulovski. Il quale, stando alle riprese di Sky, sembra che sia stato sanzionato dall'arbitro Rocchi per generiche proteste. Già proteste: ma di che tipo? Un critica un po' troppo pepata oppure un "vaffa" al direttore di gara? Ma a proposito di "vaffa" al fischietto, quale sanzione avrebbero dovuto ricevere Bonera, Gattuso, Jankulovski ed altri milanisti che si sono permessi di mandarlo altrove come si è visto chiaramente in televisione dal loro labiale? Le regole valgono per tutti o per nessuno: vero designatore Collina? Da quel poco che si è visto, Maggio non sembrava aver commesso nulla di particolarmente grave. Una soluzione al "giallo del giallo" la concede www.tuttonapoli.net spiegando che è il giocatore è stato sanzionato «per un fallo commesso in precedenza su Kakà». Bisognerà esaminare cosa avrà scritto Rocchi nel suo referto: soprattutto bisognerà vedere in quante giornate di squalifica incorrerà Maggio. Ci attendiamo che il giudice sportivo Tosel usi ancora il pugno di ferro contro il Napoli: considerata la squalifica delle curve chiuse del San Paolo per Roma-Napoli, probabilmente il centrocampista avrà anche fino a 3 giornate. Bene, bravo, bis!
Riguardo alle statistiche Panini Digital-Lega Calcio relative alla gara, esse sono state influenzate dall'espulsione che ha costretto la formazione di Eddy Reja a giocare in 10 uomini. E così il Milan ha ottenuto un indice di pericolosità del 59,3 %, contro il 25,4% del Napoli, una capacità di attaccare la porta avversaria del 51,7%, contro il 35,4% degli azzurri, e un posesso palla del 57% (43% per il "ciuccio"). Sette i tiri in porta dei rossoneri su 21 totali: i partenopei tre su sette. E comunque va ricordato che la pressione rossonera esercitata tra il 20' e il 40' del secondo tempo ha avuto il suo unico frutto nell'autogol di Denis: per il resto tre occasioni da gol, ma il Milan non era riuscito a finalizzare i suoi attacchi. Insomma, molto rumore per nulla.
Marco Liguori
(Riproduzione riservata, consentita soltanto dietro citazione della fonte)
Clicca qui per leggere le statistiche Panini Digital-Lega Calcio su Milan-Napoli 1-0

1 commento:

3my78 ha detto...

Ambrosini andava espulso... il rigore non c'era. Cmq la vittoria del Milan ci sta.

il pallone in confusione

Registrazione n° 61 del 28 settembre 2009 presso il Tribunale di Napoli
Sede: corso Meridionale 11, 80143 Napoli
Editore e direttore responsabile: Marco Liguori
email marco_liguori@katamail.com

Si prega di non intasare le caselle di posta elettronica con spam pubblicitario e di altro tipo (come appelli politici). Questo sito tratta solo di calcio, finanza del calcio e di argomenti affini. Ogni abuso sarà punito.

Le foto presenti su "il pallone in confusione" sono state in gran parte prese da siti Internet: dovrebbero essere di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, possono segnalarlo a uno dei due indirizzi email sopra indicati