Ricerca personalizzata

lunedì 1 dicembre 2008

Perché Mediaset condanna solo i fischi contro il Milan?

Riceviamo e pubblichiamo
Egr. sig. Liguori,
è davvero scandaloso come il signor Piccinini su Mediaset Premium, durante la telecronaca di Palermo Milan, abbia rimarcato il fatto che la gente di palermo fischiasse Ronaldinho. Erano già stati vergognosi i suoi commenti simili durante Lecce Milan, quando alcuni tifosi del Lecce fischiavarono i giocatori del Milan.
A questo punto mi chiedo, perchè il signor Piccinini sottolinea e condanna certi comportamenti, quando questi si verificano a Palermo, mentre non sottolinea i fischi che si sentono anche in altri stadi? Perchè Piccinini non condanna mai in diretta i cori beceri di molte tifoserie contro Napoli e i napoletani?
Cordiali saluti
Mario
mitico2@email.it

Risposta

Caro Mario,
non è il primo lettore che mi evidenzia il comportamento di Piccinini.
E' evidente che il Milan fa parte della famiglia Fininvest: quindi ha un occhio di riguardo da parte di Mediaset, la tv della galassia berlusconiana. E pensare che Piccinini si è scandalizzato per i fischi: se avesse sentito uno di quei cori, rivolto a Ronaldinho e soci, che spesso partono dalle gradinate degli stadi del Nord Italia contro il Napoli e i napoletani, che cosa avrebbe detto?
A parte tutto, il problema vero è che tutti i telecronisti dovrebbero stigmatizzare i comportamenti beceri delle tifoserie, di qualsiasi squadra esse siano. Purtroppo ciò non accade.
Un cordiale saluto
Marco Liguori

Nessun commento:

il pallone in confusione

Registrazione n° 61 del 28 settembre 2009 presso il Tribunale di Napoli
Sede: corso Meridionale 11, 80143 Napoli
Editore e direttore responsabile: Marco Liguori
email marco_liguori@katamail.com

Si prega di non intasare le caselle di posta elettronica con spam pubblicitario e di altro tipo (come appelli politici). Questo sito tratta solo di calcio, finanza del calcio e di argomenti affini. Ogni abuso sarà punito.

Le foto presenti su "il pallone in confusione" sono state in gran parte prese da siti Internet: dovrebbero essere di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, possono segnalarlo a uno dei due indirizzi email sopra indicati