Ricerca personalizzata

domenica 7 dicembre 2008

Telelombardia titola: De Biasi esonerato

Manca la conferma ufficiale, ma il giornalista Nicola Gallo parla in diretta durante Qsvs che l'attuale tecnico sarà sollevato dall'incarico. Tra i possibili sostituti Camolese, Ficcadenti e anche Mondonico: invece sarebbe stato scartato Novellino

Questa sera a Telelombardia, durante la trasmissione Qsvs diretta da Fabio Ravezzani dedicata al posticipo Sampdoria-Genoa, il giornalista Nicola Gallo da Torino ha dichiarato che ormai si può parlare con cognizione di causa dell'ormai certo esonero di De Biasi dalla panchina granata, anche se manca la conferma ufficiale. L'emittente milanese ha anche titolato sullo sfondo con la scritta «Esonerato!» con la foto di De Biasi.
Gallo ha raccontato del «sorriso del presidente Cairo» alla domanda riguardante il destino del tecnico, che lascerebbe presagire la sua ormai imminente uscita di scena. Al termine dell'incontro con il direttore sportivo Mauro Pederzoli, il numero uno torinista non ha voluto aggiungere altro affermando solo: «Non c'è nessuna novità per stasera. Vediamo domani mattina».
Riguardo al prossimo allenatore del Toro, Gallo ha aggiunto che c'è una rosa di nomi «tra cui Camolese, Ficcadenti e anche Mondonico». Secondo il cronista di Qsvs, Novellino sarebbe stato scartato «perché non gradito ai tifosi e alla squadra».
Marco Liguori
(Riproduzione riservata, consentita soltanto dietro citazione della fonte)

Nessun commento:

il pallone in confusione

Registrazione n° 61 del 28 settembre 2009 presso il Tribunale di Napoli
Sede: corso Meridionale 11, 80143 Napoli
Editore e direttore responsabile: Marco Liguori
email marco_liguori@katamail.com

Si prega di non intasare le caselle di posta elettronica con spam pubblicitario e di altro tipo (come appelli politici). Questo sito tratta solo di calcio, finanza del calcio e di argomenti affini. Ogni abuso sarà punito.

Le foto presenti su "il pallone in confusione" sono state in gran parte prese da siti Internet: dovrebbero essere di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, possono segnalarlo a uno dei due indirizzi email sopra indicati