Ricerca personalizzata

mercoledì 4 febbraio 2009

Milan batte Inter 330 a 316 milioni

Alla chiusura del calciomercato i rossoneri scavalcano i cugini nel derby del valore del parco calciatori e diventano la prima squadra italiana in graduatoria. Questo è l’effetto della cessione di Quaresma da parte nerazzurra, mentre il “diavolo” ha acquisito Beckham, Thiago Silva e Felipe Mattioni

Notizia fresca del dopo-calciomercato invernale che farà gongolare Galliani: il Milan scavalca l’Inter nella graduatoria del valore complessivo di mercato della rosa calciatori e si portano in testa. Secondo il sito Transfermarkt.de i rossoneri sono primi con 330,3 milioni di euro contro i 316,2 milioni dei “cugini”. Ciò è dovuto in particolare alle due cessioni in prestito effettuate negli ultimi giorni di contrattazioni all’Ataquark Hotel. In modo particolare all’operazione Quaresma: il portoghese vale 24 milioni. L’altra, riguardante Dacourt, ha tolto soltanto pochi spiccioli al parco calciatori della società di Moratti: appena 2 milioni. Invece, sul fronte milanista, sono arrivati tre calciatori che hanno rimpolpato il valore globale della rosa: Beckham, Thiago Silva e Felipe Mattioni. Il fuoriclasse inglese, giunto in prestito gratuito dal Los Angeles Galaxy, presenta una quotazione di mercato pari a 9 milioni, in netto calo da quella registrata un anno fa di 15 milioni. Questo il suo rendimento con il “diavolo”: cinque partite, due reti, due assist vincenti nell’ultima partita contro la Lazio, 421 minuti giocati e una media di un gol ogni 211 minuti. Invece quelle di Thiago Silva, difensore con quattro presenze nella nazionale brasiliana, sono in rialzo: da 6 milioni dello scorso dicembre agli attuali 7,5 milioni. Anche il suo connazionale, il difensore di fascia destra Felipe, presenta un valore in incremento da 600mila euro a 1,3 milioni.
Il pezzo forte del Milan è l’idolo della tifoseria, Kakà. Il fuoriclasse brasiliano presenta una base d’asta iniziale di 55 milioni: a inizio stagione era pari a 50 milioni. E’ il capocannoniere in serie A dell’“Ancelotti team” con 10 reti in 19 gare con 1644 minuti disputati: un gol ogni 164 minuti. Inoltre, è l’uomo assist in assoluto: cinque in campionato, uno in Coppa Italia e due in Coppa Uefa. L’altro goleador rossonero è Pato, sempre con 10 gol in 22 gare (uno ogni 134 minuti), e cinque passaggi vincenti per i compagni. Chi volesse recarsi da Galliani per iniziare a trattare la sua cessione, deve necessariamente posare sul tavolo un assegno da 15 milioni: a inizio stagione erano 13 milioni. L’attaccante carioca possiede il settimo valore nella graduatoria della rosa di via Turati: il secondo è Pirlo con 36 milioni (un anno fa 30). Risente del suo stato di forma in calo l’altro fuoriclasse brasiliano, Ronaldinho, scivolate dai 38 milioni del luglio scorso agli attuali 35 milioni: finora ha messo a segno sette reti in 18 incontri, una ogni 173 minuti e quattro assist. In discesa anche uno degli eroi del mondiale in Germani, Nesta: occorrono 22 milioni per discutere della sua cessione, contro i 20 dello scorso agosto. Precipita anche il valore di mercato di Gattuso, probabilmente a causa del suo lungo infortunio: se lo volesse un club estero (uno a caso, il solito Manchester City) dovrebbe pensare a una cifra vicina ai 19 milioni, tre milioni in meno rispetto a quelli dell’estate scorsa. Volano molto basse anche le quotazioni dell’oggetto misterioso, almeno in campionato Shevchenko: da 24 a 16 milioni. L’attaccante ucraino ha lasciato solo tracce in Coppa Uefa: un gol e due assist in sei gare.
In ribasso anche Seedorf: il centrocampista olandese molto discusso attualmente per le sue performance altalenanti si vede rosicchiare il suo valore da 15 a 13 milioni. Da segnalare che ha messi a segno cinque assist in campionato. Male anche Zambrotta: da 16 a 14 milioni. Chi è in rialzo sono i due infortunati Flamini (da 11 a 13 milioni) e Borriello (da 8 a 12 milioni): forse c’è qualcuno pronto a scommettere ancora su di loro e a offrire cifre alletanti per il vicepresidente vicario Galliani. Il dirigente rossonero dovrà tenersi stretto il suo portiere Abbiati, sempre presente in campionato: il suo valore è aumentato dai 4 milioni del luglio 2008 a 4,8 milioni. Offerte in vista?
Scendono le basi d’asta anche per due storiche bandiere milaniste: il capitano Maldini (sotto contratto dal 1986) diminuisce da 3 a 2 milioni, ma la sua svalutazione è stata molto lenta poiché il precedente valore è del 2006. Infine, Inzaghi cala dai 6 milioni della passata estate ai 5 attuali: il 35enne attaccante ha messo a segno in campionato due gol in dieci gare (uno ogni 181 minuti) e un assist.
Marco Liguori
Riproduzione riservata, consentita soltanto dietro citazione della fonte

Nessun commento:

il pallone in confusione

Registrazione n° 61 del 28 settembre 2009 presso il Tribunale di Napoli
Sede: corso Meridionale 11, 80143 Napoli
Editore e direttore responsabile: Marco Liguori
email marco_liguori@katamail.com

Si prega di non intasare le caselle di posta elettronica con spam pubblicitario e di altro tipo (come appelli politici). Questo sito tratta solo di calcio, finanza del calcio e di argomenti affini. Ogni abuso sarà punito.

Le foto presenti su "il pallone in confusione" sono state in gran parte prese da siti Internet: dovrebbero essere di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, possono segnalarlo a uno dei due indirizzi email sopra indicati